Leo il leone e il Carnevale degli animali

scritto e diretto da  Fiorella Colombo

con Fiorella Colombo e Giuseppe Pellegrini

illustrazioni delle scene di Silvia Bonanni

Spettacolo di teatro animazione per la prima infanzia cantato e recitato sulle musiche di Camille Saint-Saens

Lo spettacolo sui DIRITTI DEI BAMBINI adatto anche per festeggiare il Carnevale

(età consigliata: dai 3 anni)

Durata  60 min

Giuseppe Pellegrini è Leo il leone

Leo il leone è il re della savana. Un giorno gli animali vengono chiamati tutti al cospetto del re: il galletto Gelsomino, la gallina Carolina, l’asino Tito, Gina la tartaruga, l’elefante Mariolino e il topolino Pepito, il canguro Gedeone con il cangurino Baby, il pesciolino Lindoro, il coniglio Osvaldo, il cuculo Cuccù,  il serpente Doremì, il tigrotto spelacchiato, l’uccellino Birulò e infine il bellissimo cigno.

Leo li ha radunati tutti insieme perché vuole comunicar loro una cosa molto importante, ma sul più bello… si addormenta! Al suo risveglio non ricorderà più nulla.

Fiorella Colombo è il tigrotto giullare

Il suo fido giullare cercherà di rianimare il re e chiederà l’aiuto di tutto il popolo (il pubblico). Ogni animale sfilerà davanti al re e racconterà la propria storia, con bizzarre filastrocche a suon di musica.

E tra giochi,  fantasia, danze e canti Leo ricorderà e… festa sarà!

 

Uno spettacolo per la prima infanzia, dove musica, movimento e parola si fondono con grande naturalezza.

Uno spettacolo sulla fratellanza universale, dove la diversità diventa valore fondamentale per la comunità.

Uno spettacolo sulla libertà e sul diritto di libera espressione.

Uno spettacolo sui DIRITTI DEI BAMBINI.

I bambini saranno coinvolti sulla scena durante lo svolgersi della storia, contribuendo attivamente alla costruzione dello spettacolo.

Vai

  • alle foto dello spettacolo

Scarica:

Guarda:

  • l’intervista dopo lo spettacolo Leo il leone e il Carnevale degli animali
  • il video dell’Orchestre Philarmonique de Mexico
  • la recensione sul Secolo XIX della giornalista Giulia Cassini

La RECENSIONE della giornalista Giulia Cassini (Il Secolo XIX):

Genova – Tanti canti originali e la dolcezza di una fiaba si sono alternati, ma sempre sotto il segno della fratellanza universale, per le due esibizioni di “Leo il leone e il Carnevale degli animali” al Teatro Garage di Genova, che preludono ad altri spettacoli con gli stessi attori come quello di Sori alla biblioteca civica il 2 marzo e poi in Valpolcevera (luogo in fase di definizione) il 10 marzo.

Nella rappresentazione, di chiara impronta educativa, gli animali rispecchiano pregi e difetti umani e rivelano l’importanza della tutela dei diritti dell’infanzia. La trama è avvincente: Leo, il leone, cioè il re della savana, si addormenta e al risveglio non ricorderà più nulla, compreso il suo popolo. Per questo motivo ogni animale sfilerà davanti a lui e gli racconterà la sua storia, le inclinazioni e i desideri, spesso in conflitto con i canoni della propria specie. Un modo di abbattere simbolicamente i pregiudizi, i luoghi comuni, le false aspettative…

«Ci sono un elefante giocherellone, un leone pauroso, un serpente pianista, un cuculo chiacchierone, tanti conigli saltellanti… mentre il giullare di Leo il leone è un tigrotto che sogna di diventare archeologo e che aiuterà il sovrano a recuperare la memoria» ha spiegato Fiorella Colombo al termine dell’esibizione. Da allora Leo il leone si ravvede e istituisce la festa del Carnevale degli animali, celebrando il calore della diversità. «E’ la bellezza della condivisione e l’esaltazione dell’unicità di ciascuno -ha rimarcato Giuseppe Pellegrini- dando rilievo all’idea che ognuno possa coltivare la propria arte ed inseguire i propri sogni».

Evidenti i richiami al “Carnevale degli animali” sulle note di Camille Saint-Saëns, dove per gli elefanti sono protagonisti i contrabbassi, mentre gli uccelli sono il flauto e per il cigno si utilizza la melodia del violoncello, in un concatenarsi di idee musicali fluenti. Se nella versione originaria del 1886 era concepito per 2 pianoforti e piccola orchestra nella rielaborazione dell’evento al Garage (e nell’omonimo libro di Fiorella Colombo e Laura di Biase edito da Erga e corredato da cd) è un insieme di canzoni orecchiabili e una storia in musica semplificata che i bambini riescono a recepire in pieno, tanto da andar via canticchiando note e testi. Tutte le informazioni sullo spettacolo teatrale della compagnia Liberitutti (per bambini e per ragazzi) e Teatro Garage di Genova con Fiorella Colombo, Alessandro Gajetta e Giuseppe Pellegrini cliccando su questo sito .

 

CONTATTACI

* Le foto di questa pagina sono di Furio Belloro