LEO IL LEONE E IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI – la galleria fotografica

Dalla festa della pentolaccia più colorata e… musicale dell’anno, ecco le foto dello spettacolo  LEO IL LEONE E IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI, andato in scena in doppia replica al Teatro Garage.

Rimanete sintonizzati sulla nostra pagina Facebook per essere informati di tutte le novità e gli eventi in programma per la seconda parte della stagione 2018/2019.

*Le foto di questa pagina sono di Furio Belloro

LEO IL LEONE E IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI – la festa in maschera al Teatro Garage

LEO IL LEONE E IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI

DOMENICA  10 FEBBRAIO 2019
doppia replica: 16.00 e 18.00
al TEATRO GARAGE
info e prenotazioni: info@teatrogarage.it
Tel. 010511447 – 3498440395

Spettacolo di teatro animazione cantato e recitato sulle musiche di Camille Saint-Saëns.

Leo il leone il re della savana, un giorno chiama al suo cospetto tutti gli animali perché vuole comunicar loro una cosa molto importante, ma sul più bello… si addormenta! Al suo risveglio non ricorderà più nulla. Ogni animale sfilerà davanti al re e racconterà la propria storia, con bizzarre filastrocche a suon di musica. E tra giochi, fantasia, danze e canti Leo ricorderà e… festa sarà!

VIENI A TEATRO MASCHERATO!

Vi aspettiamo!!!

Alla ricerca di Peter Pan – domenica 3 febbraio al Teatro dell’Ortica – Genova

Teatro per bambini e teatro per famiglie

Ieri, presso il Teatro dell’Ortica, ci siamo imbattuti ancora nel terribile Capitan Uncino, nella dolce Trilli, nello sconfusionato Spugna e nella innamorata Giglio Tigrato con lo spettacolo

ALLA RICERCA DI PETER PAN

 

Venite a trovarci ai nostri prossimi appuntamenti con Alla ricerca Peter Pan:

  • DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019 ore 15:30 laboratorio / 17:00 spettacolo c/o Teatro dei Differenti – Barga (LU)
  • DOMENICA 7 APRILE 2019 ore 17:00 spettacolo c/o Teatro Garage – Genova

TI ASPETTIAMOOOOOOOOOOOO…..

C’era una volta Brundibár… e ci sarà sempre, per non dimenticare

MERCOLEDÌ 23 GENNAIO 2019
alle ore 10.00
al TEATRO GARAGE di Genova

un folto pubblico di bambini verrà ad assistere alla nostra rappresentazione teatrale:

BRUNDIBÁR, LA FIABA DELLA MEMORIA, ispirata al libro “C’era una volta Brundibar” di Fiorella Colombo e Laura di Biase, Erga Edizioni.

C'era una volta Brundibar di Fiorella Colombo e laura di Biase

Tutti i bambini partecipanti hanno preparato in questi giorni, in classe con i loro insegnanti, i canti e alcuni parti dell’opera, utilizzando il volume sopraindicato, per poter recitare e cantare insieme agli attori sul palcoscenico durante lo spettacolo, proprio come accadeva nel ghetto di Terezin.

Sono bambini di quarta e quinta elementare (9-10 anni) e quel giorno insieme a noi saranno testimoni di ciò che è accaduto nel ghetto di Terezin dal 1943 al 1944, perché non vada dimenticato. Assisteranno ad uno spettacolo nel Teatro Garage, ma sarà come essere sul palcoscenico di Terezin, eh sì, nel ghetto di Terezin c’era anche un palcoscenico. Assisteranno ad uno spettacolo nato già come spettacolo quel tempo là e in quei luoghi là, dove lo sterminio nazista ebbe inizio. Saranno invitati ad ascoltate con il cuore, non con la testa, perché il filo è sottile e noi vogliamo portarli proprio lungo quel filo:metteremo in scena proprio lo spettacolo nato tra le mura del ghetto coi bambini di quel ghetto, provato di notte, per non farsi scoprire dai nazisti, altrimenti sarebbe stata morte certa. In verità furono scoperti ben presto e invece che essere fucilati furono sfruttati dal Regime, che li prese daesempio: il piano era dimostrare al mondo intero che nei campi i diritti dei prigionieri venivano rispettati. Di che spettacolo si tratta? Di una fiaba: Brundibár, una fiaba in musica, interamente suonata e cantata dai bambini, come loro. Una fiaba dal significato nascosto, che quei bambini avevano compreso eccome: là non si scherzava, la posta in gioco era la vita o la morte E tra la morte e la vita loro scelsero la vita. Come? Giocando. Giocando con la musica. Giocando con la fiaba. Sì, avete capito bene: giocando. Tra quelle mura si giocava, si cantava, si suonava, si recitava e ci si divertiva pure!… nonostante gli stenti e l’orrore che c’era tutt’intorno. E tutto questo li ha tenuti in vita, arrivando oggi, fino a noi.

Mercoledì 23 gennaio chiederemo a tutti bambini di giocare con noi al gioco del teatro, il gioco fare finta di essere qualcun altro e mettersi nei panni di quei ragazzi e quei bambini, i bambini di Terezin, sul palcoscenico di Terezin e a provare a restare con noi su questo palcoscenico, su quel palcoscenico. Per poter ancora una volta dire a gran voce: mai più alcun Brundibar!

Clicca sull’immagine per scaricare la brochure: